Tracce prova d’ammissione scritta anni precedenti

XXX Ciclo:

“La conoscenza non può esistere senza la memoria e il Canone è la vera arte della memoria, l’autentico fondamento del pensiero culturale” (Harold Bloom).
Il candidato commenti il passo alla luce del proprio percorso formativo e dell’ambito disciplinare di suo interesse.

XXXI Ciclo:

“È inesatto dire che i tempi sono tre: passato, presente e futuro. Forse sarebbe esatto dire che i tempi sono tre: presente del passato, presente del presente e presente del futuro. Queste tre specie di tempi esistono in qualche modo nell’animo e non le vedo altrove: il presente del passato è la memoria, il presente del presente la visione, il presente del futuro l’attesa” (S. Agostino).
Il candidato, alla luce del proprio percorso formativo e dell’ambito disciplinare di suo interesse, svolga le sue riflessioni al riguardo.

XXXII Ciclo:

“Come ogni evento, l’incontro si situa all’incontro fra un tempo e uno spazio definiti”. (R. Luperini)
Il candidato contestualizzi e commenti questa affermazione alla luce del proprio percorso di studio.

XXXIII Ciclo:

una traccia a scelta tra:

1) Il candidato illustri il rapporto tra committenza (pubblica e/o privata) e opera d’arte in relazione a un preciso periodo storico, a partire dalla propria esperienza di formazione e di ricerca e con riferimenti argomentati alla bibliografia specifica.

2) Il candidato illustri uno dei metodi o delle pratiche di studio e interpretazione del testo letterario (e.g.: filologia, strutturalismo, intertestualità, estetica della ricezione etc.) a partire dalla propria esperienza di formazione e di ricerca, con significativi, argomentati riferimenti alla bibliografia propria di ciascun metodo ed eventuali esemplificazioni svolte attraverso autori e/o opere e/o temi.

3) Il candidato illustri i rapporti tra cinema e filosofia a partire dalla propria esperienza di formazione e di ricerca, con riferimenti bibliografici ed esemplificazioni svolte attraverso registi e/o opere e/o temi.

4) Il candidato illustri i fondamenti e il metodo della ricerca storica con particolare attenzione al dialogo con le altre scienze e/o discipline, al processo di reperimento, analisi e sintesi delle fonti e con riferimenti ai propri ambiti di studio e di ricerca.

5) Il candidato si soffermi su uno o più aspetti (logico-epistemologico, ontologico, ermeneutico, esistenziale, fenomenologico, storico-genealogico, estetico, etico, psicoanalitico, etc.) del concetto di soggetto, coerentemente con il proprio ambito e orientamento di ricerca e con riferimenti bibliografici argomentati e significativi alla letteratura filosofica sul tema.

XXXIV Ciclo:

una traccia a scelta tra:

1) Il candidato illustri il rapporto tra società e opera d’arte in relazione a un preciso periodo storico, a partire dalla propria esperienza di formazione o di ricerca e con riferimenti argomentati alla bibliografia specifica.

2) Il candidato si soffermi alla luce del proprio percorso formativo e di ricerca sull’analisi della nozione di imitazione (o intertestualità, riscrittura / traduzione) nella tradizione letteraria, con esemplificazioni svolte attraverso autori e testi.

3) Il candidato definisca i caratteri peculiari di una determinata epoca o di un determinato secolo, indicando e motivando le persistenze e i mutamenti che li legano o li differenziano dalle età precedenti e da quelle successive.

4) Il candidato si soffermi sulla dialettica Natura, Storia, Società, coerentemente con il proprio ambito e orientamento di ricerca e con riferimenti bibliografici argomentati e significativi alla letteratura filosofica sul tema.

5) Il candidato scelga un testo artistico (letterario, filmico, pittorico, ecc.) e lo analizzi secondo una determinata metodologia, evidenziando gli strumenti ermeneutici utilizzati.

Commenti chiusi